Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Rottamazione bis cartelle esattoriali. Disposizioni del decreto fiscale (d.l. 148/2017)

 

Il decreto legge n. 148/2017 ha disposto la proroga del termine al 30 novembre 2017 per le rate in scadenza a luglio e a settembre 2017 delle procedure di definizione agevolata già avviate e non pagate. Ha, inoltre, introdotto la possibilità di accedere alla definizione, presentando istanza entro il 31 dicembre 2017, ai debitori che, in precedenza, erano stati esclusi dalla rottamazione per non aver versato le rate, relative a precedenti piani di dilazione, in scadenza al 31 dicembre 2016. 
Il contribuente dovrà pagare entro il 31 maggio 2018 le rate scadute e non pagate, e in successive tre rate le somme delle cartelle “rottamate”relative agli anni 2000-2016.

Il decreto, inoltre, estende la cosiddetta rottamazione alle cartelle esattoriali affidate all’Agente tra il 1° gennaio e il 30 settembre 2017; occorrerà che la richiesta venga presentata entro il 15 maggio 2018. Si potranno versare le somme dovute fino a un massimo di 5 rate di pari importo in scadenza tra la seconda metà del 2018 e i primi mesi del 2019. Infine, la possibilità di accedere alla definizione delle nuove cartelle è prevista anche qualora non risultino versate le rate dei piani di dilazione già in essere.